Cerca nel blog

venerdì 6 novembre 2015

NINURTA

Ninurta (da Nini.urta, “Cacciatore [e] uomo dell’aratro”): primogenito di Enlil e della sorellastra Ninharsag, perciò erede diretto di Enlil e del suo rango di Cinquanta, subito dopo Anu; il suo emblema era un’aquila con due teste. Le sue gesta, che gli valsero una serie di epiteti, sono state immortalate in inni ed epiche e sono state raffigurate su sigilli cilindrici: la costruzione di dighe dopo il Diluvio per rendere nuovamente abitabile la Mesopotamia; la concessione dell’aratro all’umanità; la sconfitta del malefico Zu che aveva rubato le Tavole dei destini a Enlil; l’aver guidato gli Enliliti contro Marduk nelle Guerre delle Piramidi; il lancio delle armi nucleari insieme al dio Nergal. Fu lui infatti,che,secondo l'Epopea di Erra(dove viene chiamato Ishum, “Colui che brucia con il fuoco”),bombardò con le armiatomiche il Porto spaziale nel Sinai. Citando i testi delle tavolette di argilla, ZS (in Guerre atomiche al tempo degli dèi) ha fatto luce su diversi enigmi che riguardavano le caratteristiche interne della Grande Piramide di Giza,risultato dell'attacco di Ninurta e del suo ingressonella struttura dopo che Marduk vi si rifugiò. Gudea, re di Lagash, narrò in dettagliate iscrizioni come aveva costruito l’E.Ninnu (“Casa/Tempio dei Cinquanta”) per Ninurta e per la sua sposa;il tempio aveva anche un recinto speciale per il veicolo alato del dio.
 
Culti
Il culto di Ninurta può essere fatto risalire al più antico periodo di storia sumera. Nelle iscrizioni rinvenute a Lagash appare col nome di Ningirsu, "il signore di Girsu", con Girsu che sarebbe il nome di una città in cui era considerato come patrono.
Ninurta appare con due capacità negli epiteti e negli inni a lui dedicati. Da un lato è un dio contadino e guaritore che toglie agli uomini le malattie ed il controllo da parte dei demoni; d'altra parte è il dio del Vento Meridionale essendo il figlio di Enlil, prendendo il posto della madre Ninharsag che era in precedenza la dea del Vento Meridionale. Il fratello di Enlil, Enki, viene descritto come mentore di Ninurta, da cui Ninurta assimilò molti potenti Me, tra cui il Diluvio.
Rimase popolare durante il regno assiro: due sovrani di Assiria portarono il nome di Tukulti-Ninurta. Assurnasirpal II (883-859 a.C.) costruì per lui un tempio nella capitale Calah (ora Nimrud). In Assiria Ninurta venne adorato assieme ad Aššur e Mulissu.


 


Nessun commento:

Posta un commento